INVESTINIT

Il primo veicolo d'investimento in startup innovative italiane post-Covid pensato per estendere a chiunque la possibilità di contribuire al rilancio e al supporto dell’innovazione italiana.
Treviso, Treviso, Italy

Domande frequenti sull'offerta

Per sottoporre le tue domande, premi il pulsante "FAI UNA DOMANDA".

Relativamente agli investimenti diretti che intendete effettuare, entrerete nel capitale delle varie startup solo come investitori oppure con quote con diritto di voto per poi fornire consulenza manageriale / finanziaria per sviluppare il business della partecipata?

È nostra intenzione fare tutto quanto ci sarà possibile per supportare lo sviluppo e la crescita delle startup nelle quali investiremo direttamente, supportandole in ogni accadimento aziendale. In ogni caso, sia l’ottenimento di quote con diritto di voto, che la definizione di patti parasociali che ci consentano un’influenza diretta, sono condizioni che andranno negoziate con ogni società target singolarmente. Non saranno criteri vincolanti ai fini della nostra decisione di investimento, ma verranno valutati di volta in volta sulla base della situazione specifica delle società target. Ciò non toglie che il nostro obiettivo ultimo sia il successo della società target, quindi lavoreremo per creare le migliori condizioni affinché questo accada.


Quale è la quota di investimento che i soci fondatori (che ovviamente credono nel progetto) complessivamente investiranno nella società, oltre alla quota sociale già sottoscritta?

L’aumento di capitale è rivolto interamente agli investitori, che si vedranno assegnare il 99,01% delle quote nel caso in cui la raccolta raggiungesse il target massimo di EUR 2.000.000. Investinit viene gestita al pari di un veicolo di investimento professionale e regolato, sottostando quindi non solo alle leggi italiane in vigore ma anche a standard etici, di formazione e di eccellenza professionale, a beneficio ultimo della società e degli investitori della stessa. Di conseguenza, l’interesse degli investitori e della società vengono anteposti a quelli personali del team (che corrisponde in larga parte a quello dei soci fondatori). In altri termini e al fine di gestire potenziali conflitti di interessi relativi ad operazioni di investimento nelle quali il team abbia un interesse personale, ulteriori conferimenti di capitale da parte dei soci (in eccesso rispetto alla quota sociale già sottoscritta) non verranno consentiti fino al completamento della raccolta presso terzi. Nel caso in cui l’aumento di capitale non fosse interamente sottoscritto, solo allora i soci fondatori potranno investire ulteriori capitali propri nella società.


Come mai è stato stabilito un sovrapprezzo per le azioni e le quota investite non vengono interamente imputate a capitale sociale? C'è qualche motivo particolare?

Il motivo è principalmente di carattere operativo. Il fatto che la raccolta non sia convertita interamente in capitale sociale fa sì che nel caso di perdite, anche se minime, non vi sia riduzione del capitale sociale ed eventualmente necessità di ripianamento delle perdite. Allo stesso tempo, la scelta di stabilire un sovrapprezzo per le azioni della società non ha un impatto significativo sugli investitori/soci della campagna, in quanto l’equity complessiva offerta agli investitori della campagna, in modo equo ed obiettivo, è pari al 99,01% del totale nel caso di raccolta complessiva di EUR 2.000.000, e pari al 96,15% nel caso in cui la raccolta raggiunga solo i valori minimi (EUR 500.000).


In che rapporti siete con Archeide Sicav? Il fondo in cui intendete investire è di nuova costituzione o già avviato con track record positivo? Quali sono gli investimenti effettuati dal gestore (anche su altri asset)?

Il team e i soci di Investinit hanno un rapporto lavorativo diretto o indiretto con Archeide Lux S.à.r.l e con Archeide S.C.A. SICAV, pertanto ne conoscono bene i meccanismi, il valore e le potenzialità. Il fondo nasce nel 2012 e si compone di tre comparti segregati: Archeide IDROF, Archeide Empower Fund e Archeide Innovazione Italia. Per maggiori informazioni le suggerisco di visitare il sito del fondo: www.archeidesicav.lu


Avete avuto manifestazioni di interesse da parte di fondi di investimento o investitori istituzionali?

Sì, abbiamo ricevuto manifestazioni di interesse da parte di più investitori istituzionali che hanno intenzione di sottoscrivere un importo pari ad almeno il 5% dell’importo raccolto. L’identità degli stessi verrà rivelata previa loro approvazione nel corso della campagna.


Qual è il ritorno atteso dell’investimento? Quale il rischio?

Il mercato del Venture Capital è caratterizzato per propria natura da un elevato livello di rischio, che può portare fino alla perdita della totalità del capitale investito. Ciononostante, possono essere prese delle misure cautelative nell’ottica di selezione dei target di un portafoglio di investimento, che consentono di ridurre la componente di rischio pur mantenendo delle aspettative di ritorno interessanti. Nel caso di Investinit, il rischio viene mitigato dal fatto che la società investirà in un portafoglio ben diversificato di startup che si trovano in fase post-seed o growth. Queste fasi del ciclo di vita di una startup garantiscono un rapporto rischio/rendimento attraente, in quanto le società target hanno già sviluppato e testato il proprio prodotto nel mercato di riferimento, e si avviano alla propria fase di espansione nel mercato. Il ritorno atteso dell’investimento può variare, anche significativamente, sulla base di molti parametri che non possono essere anticipati. Sulla base delle informazioni attualmente a disposizione, in uno scenario di ritorno sull’investimento target, quindi positivo ma realistico, il multiplo di ritorno atteso lordo si aggira attorno al x3,38 (pari a oltre tre volte il capitale investito), considerando nel calcolo il beneficio offerto agli investitori dal credito di imposta pari al 50%. Maggiori informazioni sugli scenari ipotizzati, sul sistema di calcolo, sulle ipotesi del Business Plan e sui ritorni, sono consultabili su richiesta.


Startup target in fase di valutazione – in quali società investirà Investinit?

Al momento Investinit ha avviato i propri processi di due diligence e sta tenendo sotto stretta osservazione un pool di startup italiane, diversificate per settore, tra queste: inVRsion, Adam’s Hand, Exept, Sailsquare, Bringme, Bandyer. A campagna conclusa, ed in base all’ammontare del capitale raccolto, l’investment team deciderà in quali startup investire direttamente e/o indirettamente.


In cosa consiste il modello che la società sta sviluppando? 

Investinit intende sviluppare un modello che combini l’analisi quantitativa e l’analisi qualitativa, al fine di rendere più accurata, semplice ed efficiente la selezione e la valutazione di società. Tale modello permetterà di analizzare allo stesso tempo una serie strutturata di dati finanziari quantitativi, e dati qualitativi relativi al team ed ai key service provider di un’azienda. L’obiettivo è quello di produrre degli output quanto più vicini alla realtà dell’azienda, aiutando così il team di analisti nella selezione delle migliori opportunità, e permettendo allo stesso tempo all’azienda target di identificare eventuali lacune sulle quali intervenire al fine di massimizzare le probabilità di successo del business. 


Qual è la durata dell'investimento?

L’orizzonte temporale dell’investimento è compreso tra i 5 e i 7 anni, con possibilità di exit durante tutti i 7 anni sia da parte dei soci (le azioni di classe B sono liberamente trasferibili), che da parte della società nelle società nelle quali investe, se valutate dal management come vantaggiose per la società ed i suoi soci. 
 


Quanto spesso saranno informati gli investitori sulle scelte di investimento del management (i.e. ingresso in nuove start-up)?

L’obiettivo della società è quello di consentire a chiunque di essere e di sentirsi parte integrante del rilancio e del supporto delle startup italiane. Pertanto, Investinit si impegna a tenere aggiornati ed informati gli investitori su tutti gli step, le novità e le decisioni di investimento più importanti.Per gli investimenti diretti, gli investitori saranno informati non appena verranno selezionati i target di investimento e saranno definiti gli accordi di investimento con le startup target. Per gli investimenti indiretti, verranno condivisi con gli investitori su base trimestrale tutti gli aggiornamenti sul portafoglio di startup nel quale Investinit investirà indirettamente.


Ci saranno comunicazioni almeno trimestrali sul performance e la composizione del portfolio?

Sì, le comunicazioni su performance e portfolio saranno almeno trimestrali, più frequenti nel caso di aggiornamenti e novità rilevanti.


Qual è il benchmark per valutare la performance del fondo?

Il fondo target, così come Investinit, investirà su strumenti poco liquidi e non quotati, pertanto non è possibile stabilire un benchmark per la valutazione della performance del fondo. 


Ci sarà un gruppo Telegram per avere contatto diretto con i gestori?

Oltre alle classiche comunicazioni via email, a conclusione della campagna verrà creato un gruppo telegram per gli investitori, attraverso il quale verranno gestite le comunicazioni dirette con gli amministratori e verranno dati aggiornamenti sulla società.

€59.000,00

Raccolti Su €500.000,00 di Goal

Giorni 46
Ore 00
Minuti 51
€59K
12%
 
96.15% Equity offerta all'obiettivo minimo
€25.000,00 Di cui da professionali
Fai una Domanda