BREMAL

Realtà specializzata nella ricerca di soluzioni innovative e nella fornitura delle stesse a realtà del comparto della somministrazione di bevande e cibo come; bar, ristoranti, hotel.
Lurate Caccivio, Como, Italy
tvb-crowdfunding-delivery-provincia

Contesto

Introduzione
Il 2020 ha profondamente cambiato le modalità con cui le persone si approcciano al cibo, ma soprattutto le modalità con cui quest’ultimo viene somministrato quando siamo fuori casa. Ristoranti, bar, pizzerie e gelaterie e molte altre attività in Italia, hanno risentito dell’impatto del Covid-19 e dei vari provvedimenti adottati per il contenimento del virus. Alle criticità del primo lockdown, infatti, sono seguite le successive misure limitative, quali il coprifuoco serale e l’apertura dei locali soggetta all’andamento della pandemia su base regionale.

Gli imprenditori del settore, così, hanno dovuto trasformare le logiche di vendita preesistenti,  favorendone di nuove, anche per andare incontro alle mutate esigenze e agli emergenti bisogni del consumatore. È nata così una “nuova normalità” che continua – anche in pieno  2021 – a segnare il settore della ristorazione, sempre più caratterizzato dall’introduzione di soluzioni innovative e sempre più tecnologiche.

Da una recente analisi nazionale, condotta da Coqtail Milano in collaborazione con Augusto Contract, il 50% dei consumatori intervistati (400 soggetti coinvolti) ha sottolineato come in bar, ristoranti e pizzerie la sicurezza sia oggi vissuta come esigenza primaria, al punto da considerarla come fattore di valutazione per decidere se entrare o meno nel locale, anche in caso di quelli all’aperto. Un esempio è il fatto che i clienti dimostrano di gradire indicazioni su una sanificazione evidente e costante ai tavoli e il rispetto delle distanze di sicurezza; e in questo senso sono molte le attività che hanno riadattato la propria “architettura” per migliorare l’esperienza dei clienti.

Bremal, strumenti e servizi per bar e locali

Problema
Mantenere l’ordine e la pulizia in un esercizio commerciale dedicato alla somministrazione di bevande e cibo è un’incombenza però che molti imprenditori del settore non prendono ancora in considerazione, nonostante sia diventata un’esigenza imprescindibile per il maggior numero di clienti e non solo. 

Ma mantenere un locale, che sia esso un ristorante, una cucina o un bar sempre in ordine e pulito non è facile. In tal senso, uno degli aspetti più complicati nella gestione di un locale, riguarda la pulizia dei macchinari utilizzati nella caffetteria, dove si hanno momenti di calma alternati a momenti di frenesia, magari dovuti all’orario di pausa degli uffici.

Per questo motivo, Bremal s.r.l. ha pensato di proporre una serie di soluzioni innovative dedicate, volte a migliorare l’architettura della caffetteria per garantire sicurezza e pulizia nella postazione di lavoro principale per queste attività.

 

Soluzione
Bremal ha dedicato gli ultimi anni allo sviluppo di soluzioni che aiutano la figura del barista a mantenere la macchina caffè e la propria area di lavoro pulite ed efficienti, riducendo gli sprechi di tempo e materie prime durante l’attività quotidiana.

Il risultato di molti test sul campo e di esperienza diretta ha portato la società ha creare Spokj e Trukj. La prima di queste due categorie di prodotto chiamata Spokj è pensata per la pulizia della macchina impiegata per realizzare i caffè. Essa vede come prodotto di punta un’innovativa spugna per lancia del vapore. La seconda linea, denominata Trukj, è invece pensata per l’ottimizzazione del tempo e delle materie impiegate; essa si compone di diversi elementi tra cui una base per il macinacaffè in acciaio studiata per raccogliere la polvere di caffè che si disperde durante la preparazione del caffè.

Tutti i prodotti Bremal sono protetti da brevetto internazionale in 153 Paesi al mondo. Anche i marchi Spokj (n. 302019000074327) e Trukj (n. 302020000015695) sono registrati. 

spokj-crowdfunding

Spokj per un locale sempre igienizzato e sicuro
La linea Spokj si compone di due prodotti, entrambi pensati per una maggiore igiene della postazione di lavoro e degli strumenti in essa presenti.

Una spugna, parzialmente coperta da un rivestimento termicamente isolante da calore e liquidi, saldamente afferrabile, maneggevole e facilmente lavabile sia a mano che in lavastoviglie, strizzabile con ritorno alla forma originale. Riponibile su una superficie piana senza che vi sia contatto tra la spugna e la superficie d’appoggio in quanto dotata di alette sporgenti. La pugna Spokj è dotata di certificazione per il contatto con gli alimenti. Il numero di brevetto relativo al prodotto è 102019000019768.

Un panno, anch’esso realizzato con un rivestimento in gomma poliuretanica impermeabile per la pulizia di tutte quelle superfici che inevitabilmente vengono a contatto con il liquido delle bevande, quindi caffè, birra, latte, ecc. per una igienizzazione immediata della superficie. Il numero di brevetto di questo prodotto è 102020000006406. Questo prodotto non è attualmente in commercio, il suo lancio è previsto per marzo 2022.

spokj-crowdfunding

I vantaggi derivanti dall’impiego di queste soluzioni sono molteplici, tra queste spiccano: 

  • Riduzione della possibilità di incorrere in incidenti come bruciature e/o scottature.
  • Eliminazione di panni multiuso.
  • Riduzione delle possibilità di contaminazione dei cibi.
  • Riduzione delle incrostazioni e della presenza di germi sulle superfici (come la lancia del vapore).
  • Eliminazione di odori sgradevoli come quello del latte bruciato.

 

Trukj, ordine e minimizzazione degli sprechi nella postazione di lavoro
Questa seconda linea si compone di quattro diversi strumenti, tutti pensati per aiutare il barista nell’ottimizzazione del suo lavoro evitando spreco di tempo e di materiali.

Una base per macinacaffè, adattabile a qualsiasi macinacaffè professionale. Ha una base in acciaio studiata per la pulizia della polvere di caffè che si deposita e si disperde sul banco di lavoro nelle operazioni di macinatura espresso del gruppo filtro caffè. Il dispositivo è dotato di un sistema di griglia che raccoglie la polvere di caffè non riutilizzabile in un apposito cassetto. Disponibile in diverse lunghezze, è anche dotato di accessori ferma filtro e ferma pressino.

Un copri tubo battifondo, adattabile e regolabile in lunghezza, necessario per garantire pulizia nel cassetto in cui viene smaltito il caffè già utilizzato. È realizzato in poliuretano ad altissima resistenza, dotato di memoria indeformabile, sovrapponibile a tubi battifondo preesistenti (legno, ferro o gomma) con diametro da 30 a 40mm. Il copri tubo è composto da due diverse sezioni: una liscia per la battitura dei fondi di caffè e una dotata di alette per la pulizia dei residui di caffè sul bordo del gruppo porta filtro.

Il porta sacchetto, anch’esso adattabile, da inserire nel comportato di smaltimento del caffè, necessario a ridurre tempi necessari alla raccolta del caffè utilizzato e per mantenere pulita la postazione. Si compone di una struttura in acciaio inox, ma nonostante ciò è pensato per evitare la rottura del sacchetto grazie all’assenza di spigoli e a specifici ganci blocca sacco.

Un porta pennelli, con una struttura in acciaio inox facilmente collocabile sia sulla macchina del caffè sia su parete, per poter tenere i pennelli sempre protetti e sottomano per ogni occasione.

Modello di business
Il modello di business adottato dalla società vede come principali canali di vendita l’affidamento delle vendite ad agenti, almeno per quel che concerne nuovi clienti e primi riacquisti; quando il cliente è fidelizzato viene preferita la modalità d’acquisto web (e-commerce proprio e di terzi).

Prossimi sviluppi tecnologici e commerciali
A tal proposito si evidenzia come Bremal s.r.l., sia al lavoro per proporre nel breve periodo nuove soluzioni e prodotti legati alle linee sopra presentate. Incrementando così l’offerta e l’appetibilità commerciale dell’azienda. In particolare sta sviluppando:

  • Un nuovo sistema per il recupero dei fondi di caffè e l’impiego di questi ultimi, direttamente nel locale, per la riduzione degli sprechi.
  • Per la linea Spokj, una speciale “cover” monouso per tazze, tazzine, bicchieri in modo che si possa evitare il contatto diretto tra le labbra del cliente e la tazza. Per tale strumento è già in corso la domanda di brevetto (copertura mondiale).
  • Nuovi articoli legati alla linea Spokj, per incrementare l’e-commerce, come pressini per caffè, lattiere, ecc., tutti prodotti accessori che saranno online entro la fine del 2021.

 

Mercato di riferimento

Mercato
Mercato Italiano: abitudini, tendenze ed effetto Covid-19
Il caffè fa parte della routine quotidiana di milioni di italiani, che lo consumano prevalentemente a colazione o dopo il pranzo. Non stupisce quindi, che il mercato che ruota attorno ad una delle bevande calde più celebri e consumate al mondo abbia un ruolo di grande rilievo in Italia. 

L’Italia costituisce il secondo maggiore importatore di chicchi di caffè d’Europa: nel 2015, infatti, nel nostro paese sono stati consumati circa 5.7 milioni di buste di caffè in grani (da 60 kg ciascuna), una quantità pari a circa il 14% del consumo registrato all’interno dell’Unione Europea. Il caffè, inoltre, domina il mercato delle bevande calde, dal momento che ne rappresenta il 70%.

“Il consumo di caffè in Italia è molto diffuso e solo il 3% degli italiani non ha l'abitudine di consumare questa bevanda.” 
[Fonte: Nestlé Italia S.p.A.]

All’interno di questo scenario, nel prossimo futuro, ed in particolare fino al 2025, è prevista un’ulteriore crescita: il mercato del caffè in Italia farà registrare una crescita annua del 2.8%. Questo dato è in linea con un trend che vede in costante aumento il consumo: dal 2013 al 2016, stando ai dati elaborati dal Comitato Italiano del caffè, si è passati da 5.66 milioni di sacchi di caffè in grani da 60 kg a 5.89 milioni nel giro di quattro anni.

spokj-crowdfunding

L’indagine “Gli Italiani e il caffè” condotta da AstraRicerche per conto del CPF (Consorzio Promozione Caffè), condotta tramite interviste online su un campione rappresentativo di 1.000 individui, ci mostra come 4 italiani su 10 bevono 3 tazzine al giorno e altrettanti ne bevono fino a 4. Inoltre, il consumo aumenta al crescere dell’età, ed è maggiore al Sud Italia e nelle grandi città. 

Le misure restrittive volte al contenimento del contagio hanno influenzato sensibilmente le abitudini dei consumatori così come le dinamiche di mercato: costretti sempre più spesso a prendere il caffè a casa, anche per via del ricorso sempre più frequente allo smart working, gli italiani hanno prevedibilmente cominciato ad acquistarne di più. Nonostante ciò, gli italiani continuano ad apprezzare il “caffè al bar” e il motivo di questa preferenza è la bontà del caffè stesso (per il 40% del campione secondo l’indagine di AR), oltre alla pulizia e all’atmosfera del locale.

Caratteristiche del business e primi risultati

Traction
Nonostante sia una startup Bremal è stata in grado di crescere velocemente. Oggi, i suoi prodotti sono presenti in Italia, dove sono stati scelti da più di 700 attività, Germania, Grecia, Turchia, Malta, UK e Spagna. Negli ultimi due mesi, il numero dei imprenditori che si rivolgono alla società per le proprie esigenze di pulizia e sicuerezza delle postazioni di lavoro dei prorpi locali stanno aumentando al ritmo di +100 clienti/mese.

Da un’analisi interna di mercato è emerso che 8 locali su 10 acquistano direttamente i prodotti solo visionandoli durante una dimostrazione. Di questi il 60% riacquista il prodotto dopo un solo ricontatto mentre il 40% riacquista in autonomia.

spokj-crowdfunding

Risultati economici raggiunti e attesi
Bremal è una startup con poco più di un anno di vita e i risultati economici sono poco indicativi delle potenzialità del business, ma analizando i numeri fino ad oggi disponibili (nella sezione "Allegati" sono disponibili sia il bilancio 2020 che il conto economico al 31 ott. 2021) è possibile vedere la crescita della società e la gestione adottata dalla stessa.

Nei primi 10 mesi del 2021 Bremal s.r.l. ha venduto per EUR 43 mila di prodotti, con un valore della produzione di poco superiore a EUR 60 mila. Entro la fine dell'anno, la società stima di raggiungere gli EUR 80 mila di fatturato. Valore che per il 2022 è atteso attorno a 280 mila, con una crescita del 71%. Trend stimato a fronte di un’aumento dei costi da 71 mila (al 31 ott. 2021 si attestano a EUR 58 mila), nel 2021, a 244 mila nel 2022.

La volontà di Bremal di veicolare parte delle vendite attraverso il web sta portando la stessa ad attivarsi per essere presente sui principali e-commerce internazionali, come Amazon e eBay, entro la fine dell’anno. Accanto a ciò verrà avviata una campagna di comunicazione che coinvolge alcuni influencer del mondo del caffè.

Operazione sul capitale

Capitale
L’impresa, nata nel luglio 2020, oltre che ai fondi direttamente immessi dai soci fondatori, ha ottenuto i seguenti finanziamenti:

  • Prestito bancario di 50.000 EUR, garantito al 90% dallo stato, richiesto nel 2020 e con estinzione in 7 anni.
  • Finanziamento a fondo perduto, utilizzato per l’estensione dei brevetti, per 65.000 EUR.
  • Ottenuto un finanziamento a fondo perduto di 50.000 EUR, non ancora utilizzati, per la realizzazione di stampi e lo studio  di nuovi progetti.

 

spokj-crowdfunding

I fondi raccolti mediante l’offerta pubblica di crowdfunding saranno impiegati per aumentare la capacità commerciale dell’azienda in tutti gli stati europei, in particolare modo attraverso il canale digitale, permettendo alla stessa di raggiungere più pubblico in diversi Paesi dell’UE, aumentando così fatturato e ricavi.

L’offerta presente sul portale offre agli investitori la possibilità di sottoscrivere quote della società Bremal s.r.l. di due diverse categorie: la differenza sostanziale delle quote di "classe A” è che queste offrono il diritto di voto in assemblea, diritto non presente nelle quote di “classe B”.  Il valore stimato dalla società per quest’operazione è di 800 mila euro.

Fondatori e principali membri del team

Francesco Brevi

Francesco Brevi

Fondatore e ideatore di tutti i brevetti depositati

Con più di 15 anni di esperienza come agente di commercio in Svizzera nel settore tessile e 18 anni nel settore della vendita di moto dopo aver ideato il franchising "Centro Moto Ticino", attualmente venduto e rinominato CMTMOTOR tuttora operativo.

Daniela Coltivato

Daniela Coltivato

Fondatrice e amministratrice

Con 10 anni inserita nel campo tessile industriale e 10 anni nella gestione, per conto di Centro Moto Ticino e della rete italiana di franchising (74 punti vendita) della medesima società.

Mattia Brevi

Mattia Brevi

Fondatore e responsabile web

Con 10 anni di esperienza nella gestione e apertura di negozi in franchising di rivendita di moto.

Alessia Brevi

Alessia Brevi

Fondatrice

Con più di 5 anni di esperienza in vari uffici contabili.

€16.800,00

Raccolti Su €50.000,00 di Goal

Giorni 49
Ore 01
Minuti 01
€16.8K
34%
 
5.88% Equity offerta all'obiettivo minimo
€800,00 Di cui da professionali
Fai una Domanda