MEETMYPET

La realtà che ha ideato un’app per il padrone e il suo amico a quattro zampe. Consente di avere accesso a una community composta solo da professionisti del settore pet e privati, allo scopo di migliorare la relazione con i propri animali domestici.
Torre Boldone, Bergamo, Italy
meet_my_pet

La società, il contesto in cui opera e la strategia

Introduzione
Da sempre, uomo e animali interagiscono fra di loro per i motivi più vari: affezione, allevamento, cibo. Eppure esiste in particolare un legame molto intenso fra uomo ed animale, un legame forte e che affonda le sue radici nei millenni lontani: quello fra uomo e cane.

La prima testimonianza storica di cani “domestici” risale attorno al 1430 A.C., dove erano tradizionalmente impiegati per la caccia e la salvaguardia del bestiame; mentre nel Medioevo venivano usati come animali da tiro, per trainare piccoli carrelli di venditori ambulanti o viaggiatori. Con il trascorrere dei secoli il rapporto fra uomo e cane ha quindi attraversato varie trasformazioni, a seconda delle epoche e delle culture. 

Oggi i cosiddetti “pet” incontrano una grandissima popolarità. Secondo il rapporto Assalco-Zoomark 2020, si stima che nel 2019 erano presenti nel nostro Paese 60,27 milioni di animali da compagnia, confermando un rapporto 1 a 1 tra gli animali e la popolazione residente in Italia. 

meetmypet

Inoltre, a seguito della pandemia di Covid-19, in Italia c’è stato un “boom” di animali da compagnia. Secondo una ricerca di mercato dell’osservatorio Coop2020, sono 3,5 milioni gli italiani che durante il lockdown o dopo hanno acquistato un animale, mentre altri 4,3 milioni pensano di farlo prossimamente. Vivere con animali domestici è quindi sempre più comune e questa tendenza è destinata a crescere nel tempo, soprattutto considerati i benefici derivanti dalla loro presenza

Problema e soluzione

Problema
Al giorno d’oggi l’attenzione dei proprietari di animali verso i propri compagni di vita è sempre maggiore, il senso di protezione e di responsabilità aumentano negli anni, portando inevitabilmente al consumo di prodotti e servizi di qualità che possano rendere confortevole la vita dell’animale domestico.

Col tempo, i bisogni dei padroni nei confronti dei loro amici a 4 zampe sono aumentati esponenzialmente; cercare l’assicurazione più completa e conveniente, il negozio con le ultime novità, la farmacia più assortita, il compagno ideale di gioco o di accoppiamento, la migliore nutrizionista/veterinario, l’area cani più ampia e pulita. 

Ancora oggi però non esiste un luogo fisico o online dove poter fare tutto ciò. Dove è possibile condividere la propria passione per gli animali, le proprie paure e esperienze e allo stesso tempo aver accesso a tutti i servizi e prodotti necessari al benessere dei propri animali domestici.

Soluzione
L’app MeetMyPet permette di condividere i momenti più belli con persone che hanno la stessa passione per gli animali. In particolare permette di:

  • Conoscere nuovi amici.
  • Condividere esperienze.
  • Trovare servizi e prodotti di qualità a prezzi convenienti.

 

MeetMyPet è l’unica app che consente di avere accesso a una community composta solo da proprietari di cani e gatti, privati o professionali. È possibile trovare consigli, nuovi amici per le passeggiate o anche il compagno giusto per il proprio amico a quattro zampe. Permette ad ogni proprietario di poter trovare le informazioni necessarie a soddisfare un desiderio personale o del proprio animale domestico.

L’idea di creare MeetMyPet nasce quando Tina, founder e CEO della società, cercava un modo veloce ed efficace per far socializzare il suo bouledogue francese con i suoi simili e perché no, trovare anche una compagna, questo perché trascorreva diverse ore della giornata solo. Nella sua missione Tina voleva affidarsi a veterinari e allevatori, ma a causa della mancanza di tempo e strumenti dedicati, non riusciva a portarla a compimento. Oggi però, grazie a questa innovativa applicazione, Tina e il suo amico a quattro zampe sono finalmente felici e sereni. 

Questa necessità ha portato Tina a pensare che ci fossero altri padroni che come lei che trascorrevano diverse ore fuori casa per lavoro, lasciando il proprio amico a 4 zampe solo a casa. E che poi una volta tornati lo avrebbero portato fuori, cercando qualcuno con cui farlo socializzare, giocare e divertire. Ecco allora che nasce il social network che mette in connessione persone con la passione per gli animali domestici e professionisti del settore pet agevolando la ricerca di servizi legati al benessere psico-fisico dell’animale, con l’obiettivo di renderli sani e felici.

Ad oggi MeetMyPet ha raggiunto alcuni importanti traguardi, tra cui:

  • Registrati 5.000 utenti.
  • +30% crescita mensile utenti in app.
  • 20% di utenti con interesse in upgrade.
  • 10.000 messaggi e interazioni tra utenti.
  • Partnership con player del settore come Petsempre e Dynamopet
  • 400 tra aziende e punti vendita presenti in app.

 

In soli 2 anni, è diventato il primo spazio web che ruota a 360° attorno agli animali, in cui proprietari e addetti ai lavori si ritrovano per permettere ai propri animali da compagnia di vivere esperienze uniche e in piena sicurezza.

Modello di business
Il modello adottato da MeetMyPet è molto semplice: da un lato, quello che si rivolge all’utenza, è possibile passare da un profilo free ad un profilo premium, accedendo così ad una serie di servizi extra in grado di offrire al proprietario iscritto un’esperienza completa e priva di vincoli; dall’altro, per le attività di settore a cui l’applicativo si rivolge, viene offerta la possibilità di creare un proprio account ufficiale (a fronte di un canone e di commissioni sul venduto) e di poter incentivare e sponsorizzare le proprie offerte e il ruolo all’interno della community tramite pacchetti extra.

Le attività target di MeetMyPet sono, tra le altre: veterinari, agenzie funebri per animali, dog-sitter, educatori, allevamenti, canili, commercianti specializzati nel pet, strutture di accoglienza per animali e strutture (ricettive e non) pet-friendly. 

meetmypet

Obiettivi per i prossimi 12 mesi
L’obiettivo primario di MeetMyPet è il popolamento dell’app da parte di utenti e di aziende e far si che questi attivino abbonamenti mensili convertendo utenti attivi in utenti paganti con l’upgrade dei servizi accessibili con la sottoscrizione dello stesso.

  • Entro fino 2022 avere 50 mila utenti in app (CAC 1,5 euro/utente).
  • Portare al 10% il tasso di conversione utenti/utenti paganti.
  • Inserire almeno 1.000 tra aziende e punti vendita.
  • Diventare un punto di riferimento per il settore Pet e per i titolari di animali domestici.
  • Iniziare lo sviluppo in lingua per andare all’estero.

Contesto in cui la società si adopera

Mercato
Il 32° Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes rivela che il 39,5% degli italiani, ovvero 4 famiglie italiane su 10, hanno almeno un animale domestico (valore in crescita rispetto agli anni precedenti: erano il 33,6% nel 2019 e 32,4% nel 2018). Per quanto riguarda la tipologia di animali da compagnia posseduti, in testa vi sono i cani (48,8%), e a distanza i gatti (29,6%), seguono poi altre specie come pesci, uccelli, tartarughe, ecc..

Sempre l’indagine di Eurispes evidenzia un aumento della spesa media mensile delle risorse economiche destinate agli animali domestici: infatti rispetto ai dati del 2015, è diminuito il numero di chi dichiara di spendere meno di 30 euro (dal 45,9% al 22,4%) e da 30 a 50 euro (dal 36% al 32,8%), mentre è aumentata la percentuale di proprietari che spende da 50 a 300 euro, passando dal 18,1% al 44,8%.

meetmypet

Il valore Europeo
Secondo quanto pubblicato da finanzareport.it, il mercato italiano del pet care, con un valore di 3,4 miliardi di euro, è uno dei più grandi d’Europa.

L’European Pet Food Industry Federation (FEDIAF) ha stimato che fra 2018 e 2019 le vendite di cibo per animali hanno raggiunto in totale un volume di circa 8,8 tonnellate l’anno, con un guadagno intorno ai 21 miliardi di euro. Mentre, il valore annuale di prodotti e servizi dedicati alla cura degli animali domestici vale invece intorno ai 18,5 miliardi di euro. Francia (16,5%), Germania (16%) e Regno Unito (15,3%) si attestano come i principali mercati nel panorama europeo.

L’impatto generato a livello di salute
Che i cani (così come anche gli altri animali domestici) siano parte integrante della famiglia e sappiano migliorare il benessere della stessa è un fatto ormai noto a molti da diverso tempo. A conferma di ciò, già nel 2013, un’indagine condotta da Zoomark ha evidenziato che più del 90% dei proprietari e più dell’80% dell’opinione pubblica attribuisce benefici reali alla presenza di animali da compagnia.

Concorrenza 
Sul fronte concorrenziale non emergono minacce rilevanti. Infatti, in Italia, non esistono realtà che siano state in grado di perseguire gli stessi obiettivi di MeetMyPet. Il tentativo di creazione di una forte community incentrata sul mondo degli animali è stato intrapreso da BePuppy e Pedigreender, ma nessuna nelle due ha investito sufficientemente sulle giuste leve di crescita. 

La maggiore differenziazione di MeetMyPet nei confronti delle realtà già oggi presenti nel nostro Paese sono da ricercarsi nella struttura e nell’assetto dell’offerta. Infatti, quest’ultima è molto più completa e coinvolgente. Il focus di MeetMyPet è sui cani e su questo ha costruito il suo zoccolo duro, testando il mercato. Le prime risposte sono incoraggianti e l’avvio delle prime collaborazioni importanti è la riprova delle potenzialità intrinseche del business.

Mentre per quanto riguarda la concorrenza indiretta: dal punto di vista degli allevamenti, in Italia esistono quasi 4.000 diverse strutture registrate dedite all’allevamento di cani. Strutture centrali per chi oggi possiede e intende far riprodurre il proprio cane. La strategia di MeetMyPet non è quella di scontrarsi con queste strutture ma di coinvolgerle, per rendere MeetMyPet l’applicativo necessario a queste per aumentare la loro presenza online e raggiungere un pubblico maggiore in ogni parte del Paese.

Ritorno per gli investitori

Traction
In questi mesi di test marketing sono riusciti a definire il costo di acquisizione clienti/utenti; stimato a 1,5 €/utente, definendo le campagne e gli strumenti necessari per ottenere questo dato. Nel Q1 2021 con le prime sperimentazioni l’applicativo ha convinto 800 utenti, che nel Q2, attivando diverse campagne digital marketing, sono cresciuti a 5.000 utenti facendo un +625%. La crescita oggi si è stabilizzata ad valore medio mensile del +30%. Inoltre, i primi dati dimostrano che circa il 20% degli utenti attivi è disposto a fare l’upgrade a pagamento.

meetmypet

Economics
Il bilancio di esercizio dell’anno 2020 evidenzia un valore della produzione di 4 mila euro; a fronte di una serie di costi per servizi pari a 10 mila euro. Entro la fine del 2021 la società auspica a raggiungere il risultato di circa 21 mila euro di ricavi, con un MOL% -800%. Il fatturato dovrebbe però crescere velocemente, tanto da raggiungere i 1,13 milioni nel 2023 (a fronte di un MOL percentuale del 21%), dopo aver sfiorato l’550 mila euro nell’anno precedente. In merito ai costi attesi MeetMyPet stima come spesa annua più rilevante quella nel personale, che passa dai 24 mila euro per il 2021 ad 270 mila euro per il 2023, seguita dai costi per il marketing, rispettivamente 21 mila euro e 318 per il 2021 e per il 2023.

Scarica qui il file excel contente il piano di business atteso.

meetmypet

Investimenti eseguiti e struttura dell'operazione attuale

Capitale
MeetMyPet s.r.l. nasce nel marzo del 2020 e oltre all’apporto di capitale dai fondatori, ha lanciato una raccolta fondi a base equity, che gli ha permesso di raccogliere poco più di 50 mila euro.

L’impiego dei fondi che MeetMyPet raccoglierà con l’operazione presentata andrà ad essere impiegata per lo sviluppo commerciale dell’applicativo, sia sul fronte utenza che sul fronte attività di settore.

meet-my-pet

L’offerta presente sul portale offre agli investitori la possibilità di sottoscrivere quote della società MeetMyPet s.r.l. di due diverse categorie: la differenza sostanziale delle quote di "classe A” è che queste offrono il diritto di voto in assemblea, diritto non presente nelle quote di “classe B”.  Il valore stimato dalla società per quest’operazione è di 1,2 milioni di euro.

Fondatori e principali membri del team

Tina Alogna

Tina Alogna

CEO e fondatrice

Roberto Nembrini

Roberto Nembrini

Ing. Gestionale ed Innovation Manager certificato ed iscritto all’albo del Ministero dello Sviluppo

Giovanni Zoida

Giovanni Zoida

Growth hacker

Andrea Lunelio

Andrea Lunelio

Full-stack senior developer

Andrea Berselli

Andrea Berselli

Business development e mentor, manager export in Canada e USA

Vanessa Cossu

Vanessa Cossu

Visual content specialist

Ilaria Mandelli

Ilaria Mandelli

Communication designer, event coordinator

Sara Chiodini

Sara Chiodini

Contabilità

€26.000,00

Raccolti Su €50.000,00 di Goal

Giorni 47
Ore 02
Minuti 33
€26K
52%
 
3.99% Equity offerta all'obiettivo minimo
€0,00 Di cui da professionali
Fai una Domanda