TEXER

Texer realizza software per l’incentivazione dei dipendenti, per creare un ambiente di lavoro più motivato e aiutare le aziende clienti a raggiungere i propri obiettivi.
Milano, Milano, Italy
texer-crowdfunding

Contesto

Introduzione
dipendenti sono la più importante risorsa che un’azienda ha a disposizione e il loro rendimento è un aspetto cruciale per raggiungere gli obiettivi. La questione relativa all’incentivazione e alla motivazione del personale sta acquisendo sempre maggiore importanza sia dal punto di vista accademico che da quello aziendale. 

Lavorare in un clima disteso, con responsabili presenti, colleghi collaborativi e dove il proprio contributo è apprezzato sono un ottimo metodo per motivare il personale. Se a tutto questo si aggiunge un sistema premiante si può creare un’azienda migliore, dove dipendenti incentivati  possono aumentare la produttività e ampliare la visione strategica del proprio operato. 

Non sono necessari incentivi dal valore stratosferico per dare un impulso all’attività del personale, ma ci possono essere anche dei piccoli bonus, dei premi di produzione o delle provvigioni sul raggiungimento di determinati risultati. Sapere che il proprio lavoro, se fatto bene, è apprezzato e premiato spinge ad essere ancora più attivi e propositivi.

Problema

Problema
La motivazione è uno dei fattori più importanti in ogni tipo di organizzazione, ma deve essere nutrita, incentivata, aiutata. Un problema diffuso soprattutto nelle grandi aziende è quello di considerare i collaboratori come dei numeri e non come delle persone. Riconoscere che i propri dipendenti sono risorse e non pedine intercambiabili che fanno funzionare la macchina aziendale porta a un cambiamento radicale nei rapporti e nell’ambiente di lavoro.

Questa visione può spesso portare a fenomeni dannosi per l’azienda: dipendenti scontenti e poco responsabilizzati, collaboratori che non dimostrano impegno, errori ripetuti mille volte senza alcun tentativo di miglioramento. Elementi che, se non mitigati con il giusto tempismo, minano il lavoro complessivo e l’immagine aziendale. 

Soluzione: un nuovo sistema di gestione dei fringe benefit

Soluzione
Texer s.r.l. è una startup innovativa nata con l’obiettivo di creare un software che permettesse alle aziende di far risparmiare sulle trasferte dei propri dipendenti. Ma da questo concetto, l’idea si è evoluta, anche a causa della pandemia da Covid-19, ampliando il proprio focus e le proprie soluzioni. Oggi, Texer offre diverse soluzioni di incentivazione per aziende per poter motivare i propri dipendenti con premi al raggiungimento del risultato, migliorando la produttività e riducendo le spese aziendali. Tutto questo è possibile grazie alle diverse soluzioni verticali che la startup ha sviluppato. 

Le soluzioni verticali di Texer si articolano su tre comparti: venditetrasferte e obiettivi generali (obiettivi aziendali generici in funzione della strategia e della mission aziendale perseguita). Oltre al software stesso Texer offre diversi servizi fatti su misura per l’azienda cliente e con essi è in grado di ottimizzare il piano di riduzione dei costi-introduzione dei benefit. Inoltre, con Texer, l’azienda può risparmiare sulle tasse facendo passare parte dei bonus sotto forma di Buoni Regalo, rientrando nei Fringe Benefit.

Cosa sono i Fringe Benefit
Sono quei benefit, cioè, che possono essere definiti anche compensi in natura” perché appunto non vengono dati sotto forma di denaro, ma come beni e servizi. Tra i più comuni ci sono auto aziendale e polizze assicurative, ma negli ultimi anni, complice la divulgazione sempre più capillare del welfare aziendale, il ventaglio delle offerte si è ampliato. 

I Fringe Benefit sono parte integrante del welfare aziendale e, come tali, godono delle stesse agevolazioni. Per le aziende che ne fanno uso, i fringe benefit sono totalmente detassati e deducibili fino a 516,46 euro per dipendente nel 2021.

Come funziona Texer
Texer oggi offre tre diverse tipologie del proprio servizio. A livello generale, la soluzione segue il seguente flusso: l’azienda, che impiega Texer, inserisce l’obiettivo per il proprio dipendente e il relativo premio all'interno del software; dopodiché, a mansione svolta dal dipendente, sarà il suo manager di riferimento (come oggi accade per molte business unit aziendali) che accerterà se l’obiettivo è stato raggiunto o meno dallo stesso; In caso positivo, a quest'ultimo sarà assegnato l'incentivo definito in fase iniziale (sotto forma di gift card).

Per descrivere al meglio l’operato di Texer prendiamo ad esempio una realtà che deve mandare uno dei propri addetti in trasferta e che impiega Texer4Travels. In questo caso l’azienda, dovrà semplicemente:

  1. Impostare i limiti di spesa attesi per il viaggio nel software.
  2. Il dipendente compilerà, attraverso un’apposita sezione, le note spese (o inserendo manualmente i valori o facendo lupload delle ricevute).
  3. L’azienda approverà le spese e il risparmio generato dal dipendente verrà diviso a metà con il medesimo.

“gift-card-texer-soluzione-welfare-aziendale”

I soldi risparmiati dal dipendente nella trasferta per l’azienda sono euro risparmiati, mentre per il dipendete si trasformano in soldi da spendere attraverso fringe benefit. Le tre soluzioni realizzate da Texer si differenziano di poco nel processo sopra descritto. 

Texer4Travels è ideale per quelle aziende che sono costrette a mandare parte dei propri dipendenti in trasferte per molte volte al mese. Texer4Sales, invece è ideale da applicare a dipendenti, agenti con partita IVA, rivenditori, o altri soggetti terzi con obiettivi di fatturato. Texer4Goals è la soluzione più completa e customizzabile per le aziende. 

I principali vantaggi derivanti dall’implementazione di Texer in azienda sono:

  • Migliorare il clima aziendale.
  • Incentivare al meglio i dipendenti.
  • Aumentare la redditività dell’azienda.
  • Sfruttare al massimo i vantaggi economici messi a disposizione dello stato riducendo i costi aziendali.

 

Erogare voucher, e quindi garantire benefit ai propri dipendenti, li fa sentire apprezzati e parte dell'azienda: di conseguenza, aumenta la produttività, le vendite e il fatturato aziendale. Al tempo stesso esso non impatta negativamente sui costi aziendali.

Modello di business
Il modello di ricavo del software di incentivazione proposto prevede una set-up fee di 1.500 euro ed un canone per utente di 9 euro/mese.  In futuro si prevede di aumentare tali valori, soprattutto con l’introduzione di nuove funzionalità. Il software viene venduto attraverso attività di commercializzazione capillare contattando aziende potenziali e proposto nella soluzione più in linea con la medesima

Obiettivi a 12/24 mesi
Texer mira a diventare un punto di riferimento internazionale per gli incentivi, fornendo sempre la soluzione migliore (tax, legal, ecc.) con un processo end-to-end. I prossimi obiettivi di sviluppo e di strategia che Texer intende raggiunger sono:

  • Stipulare partnership con consulenti del lavoro, commercialisti e agenzie HR per rivendere i software Texer. (20 partnership chiuse nel 2021)
  • Introdurre nuove funzionalità nei software per rispondere a più esigenze aziendali
  • Porre le basi per un’internazionalizzazione nel 2023

Mercato di riferimento

Mercato
Il mercato in cui opera Texer è un nuovo, nato dall’onda Americana delle grandi società della Silicon Valley e delle aree più economicamente sviluppate che hanno iniziato a ripagare i propri dipendenti per il lavoro svolto offrendo loro una serie di incentivi particolari:, buoni regalo, vacanze, appartamenti, assicurazioni di varia natura e via dicendo. Per tanto, oggi è difficile identificare dei numeri di grandezza in grado di comprenderne l’ampiezza e il valore, anche perché molti di questi aspetti sono legati alla cultura radicata nel singolo Paese. Secondo una ricerca datata marzo 2020, condotta da Glassdoor, il mercato mondiale all'anno 2019 era stimato attorno ai 15 miliardi di euro. A cui va sommato l'interessante aspetto attrattivo nei confronti degli investimenti, che sono saliti del +156% nei 5 anni precedenti.

In Italia, negli ultimi anni, in tema di incentivazione del personale e welfare aziendale sono stati fatti diversi passi in avanti. Con la Legge di Bilancio del 2016, il nostro Paese ha rinnovato le agevolazioni fiscali dedicate alle imprese e ai loro collaboratori, arrivando oggi a raggiungere una certa stabilità per quanto riguarda i benefici accessori. 

Secondo il Rapporto Welfare Index PMI 2021 di Generali S.p.A., per affrontare la pandemia le imprese hanno messo in campo numerose iniziative di welfare aziendale. In ambito sanitario, dai servizi diagnostici per il Covid-19 (43,8%) ai servizi medici di consulto anche a distanza (21,3%) a nuove assicurazioni sanitarie (25,7%). Nella conciliazione vita-lavoro, con maggiore flessibilità oraria (35,8%) e nuove attività di formazione a distanza (39%) e aiuti per la gestione dei figli e degli anziani (7,2%). A sostegno dei lavoratori e delle famiglie, con aumenti temporanei di retribuzione e bonus (38,2%) e sostegno nell'educazione scolastica dei figli (4,8%); ma anche offrendo contributi alla comunità esterna, come donazioni (16,4%) e sostegni al Sistema Sanitario e alla ricerca (9,2%).

Questo fenomeno ha portato negli anni scorsi diverse società provider ad emergere. Si tratta di aziende che hanno creato un circuito condiviso alle quali le aziende possono affidarsi e che permettono al dipendente di accedere ad una serie di benefit semplicemente registrandosi al servizio stesso. Tra queste, in Italia, spaccano, Sodexo, Monixa, Edenred, e altre ancora.

“gift-card-texer-soluzione-welfare-aziendale”

Analisi Edenred
L’adozione di piattaforme online per la gestione dei servizi di welfare aziendale risulta essere per lo più prerogativa di aziende delle regioni del Nord del Paese. Secondo Edenred, realtà internazionale attiva nella fornitura di diversi benefit per dipendenti, l’81% delle proprie imprese (ad oggi conta circa 3.000 aziende italiane complessivamente registrate) clienti sono radicate in quest’area.
Nonostante la crisi economica e produttiva dettata dalla pandemia, il valore medio dell’importo welfare per ogni lavoratore (sulla piattaforma provider Edenred) è rimasto sostanzialmente stabile: si è passati dagli 860 euro del 2019 agli 850 euro nel 2020; valori comunque in crescita rispetto agli anni precedenti, dove nel 2018 il valore medio si attestava a 780 euro e 645 euro nel 2017.

Per quel che riguarda le scelte dei lavoratori, le prestazioni più apprezzate riguardano proprio i fringe benefit, l’area dell’istruzione dei figli, l’ambito ricreativo e del tempo libero, la previdenza complementare e la sanità integrativa sono i comparti in cui questi benefit vengono spesi maggiormente.

Stando ai dati pubblicati da Edenred, in media i lavoratori spendono circa il 59% dell’importo complessivamente a loro disposizione, non “consumando” quindi circa il 40% del benefit spettante.

Risultati raggiunti e aspettative

Traction
Sviluppo atteso del business in futuro 
Texer ha previsto un business plan triennale, nel quale mostra l’evoluzione della società. Prevedendo di raggiungere il punto di break even nel 2023. Il numero di clienti complessivo atteso per il 2022 è stimato essere attorno alle 2.300 aziende. Valore che dovrebbe divenire 19.000 (2023) e 36.000 (2024) negli anni successivi. 

Parallelamente, il fatturato atteso è stimato attorno ai 12 milioni di euro nel 2022, 68 milioni nel 2023 e 122 milioni nel 2024. Valori che andrebbero a generare un EBITDA annuo atteso di -144 mila euro nel 2022, 2,4 milioni di euro nel 2023, 4,6 milioni nel 2024.

Operazioni sul capitale sociale e struttura dell'operazione

Capitale
Texer s.r.l. nasce nel ottobre del 2019 e oltre all’apporto di capitale dai fondatori, ha ricevuto fondi da alcuni investitori che si sono avvicinati all’idea nel corso dei due anni passati.

L’impiego dei fondi che Texer sarà destinato migliorare la tecnologia attualmente in essere, investito per creare una base commerciale in grado di attrarre i primi importanti clienti e nella comunicazione aziendale per migliorare l’immagine e ottimizzare le spese commerciali.

“gift-card-texer-soluzione-welfare-aziendale”

L’offerta presente sul portale offre agli investitori la possibilità di sottoscrivere quote della società Texer s.r.l. di due diverse categorie: la differenza sostanziale delle quote di "classe A” è che queste offrono il diritto di voto in assemblea, diritto non presente nelle quote di “classe B”. Il valore stimato dalla società per quest’operazione è di 1 milione di euro. Le quote di "classe A" saranno assegnate ai sottoscrittori che aderiranno all'offerta con importi pari o superiori ai 20.000 euro.

Exit possibili e potenziale ritorno per l'investitore

Exit
Texer è un’azienda con pochi anni d’età che ha da poco immesso il proprio prodotto sul mercato attraverso alcune collaborazioni con aziende partner che hanno fornito importanti feedback all’azienda per poter adeguare al meglio il proprio servizio. Per questo è difficile prevedere una possibile exit per l’azienda nel giro di qualche anno.

La possibilità più elevata, in tal senso, per Texer è quella di essere acquisita da un’azienda con capacità tali da poter raggiungere in breve tempo più aziende clienti possibili e che veda nella soluzione sviluppata un’opportunità per aumentare il proprio servizio in questo comparto. 

Un'azienda leader del settore ha visto in Texer una possibilità di investimento, decidendo di credere nel progetto sin da subito. Si tratta di Epipoli S.p.A., società attiva a livello internazionale nel mondo delle gift card, con un fatturato di 140 milioni euro che entrerà nel capitale di Texer attraverso un’operazione di work for equity. Ulteriori dettagli potrebbero essere rilevati durante l'operazione di crowdfunding.

Fondatori e principali membri del team

Alessandro Cavalleri

Alessandro Cavalleri

Fondatore e CEO di Texer

Alessandro Cavalleri ha 15 anni di esperienza tra consulenza, ruoli di leadership commerciale in multinazionali dell’online e pregresse attività imprenditoriali. Come ultime esperienze ha lavorato nel mondo incentive in Amazon Gift Card per circa 4 anni, prima di passare in Google in un ruolo di business development. Nel 2009 ha creato la prima piattaforma Italiana di ricerca lavoro per neolaureati, Topgraduates, che contava più di 40000 iscritti e 1200 aziende registrate. Dopo la triennale in economia aziendale in Bocconi, ha accumulato diverse esperienze internazionali, da un Master di secondo livello all’Esade di Barcellona, fino a ricoprire ruoli in società di consulenza in India, Spagna e Francia. Con Texer punta a ricreare una start-up innovativa di successo che possa scalare a livello internazionale fino a una exit prevista tra circa 3 anni.

€46.000,00

Raccolti Su €40.000,00 di Goal

Giorni 0
Ore 0
Minuti 0
€46K
Completato con successo
3.56% Equity offerta all'obiettivo minimo
€5.000,00 Di cui da professionali
Fai una Domanda