TRIVÈ

Il locale che ha ideato il tramezzino a sorriso, una creazione unica che racchiude gusto, morbidezza ed innovazione in uno spuntino che ha saputo soddisfare le esigenze delle pause di Torino negli ultimi anni.
Torino, Torino, Italy
wait-4-call-crowdfunding

Il brand, il contesto in cui opera e la strategia

Trivè è un locale specializzato in tramezzini, nel cuore di Torino
Ivan Daniele, fondatore di Trivè Group S.r.l., dà vita a Trivè nel 2017, quando il locale apre nel pieno centro di Torino. Porta il locale a break even già nell’anno successivo. La sfida arriva di lì a poco, quando a 20 metri da Trivè apre Starbucks. Questo ha portato Ivan e il suo team a dover ribaltare le carte in tavola per poter mantenere alto il livello del locale. Sfida vinta, visti i risultati conseguiti, anche durante il periodo di pandemia, che ha travolto il settore nel 2020.

trive-crowdfudning

Il menu e il principale target di riferimento
Il food concept di Trivè è il tramezzino, spuntino che nasce nel 1925 proprio a Torino, in uno storico caffè di Piazza Castello. Trivè è il miglior luogo dove ai giorni nostri è possibile sperimentare questo classico in nuove e sfiziose sintesi di sapore. La sinfonia tra tradizione e innovazione che contraddistingue la cucina ha portato a rivisitare l’antica ricetta in chiave gourmet, coinvolgendo gusti ricercati in originali e interessanti armonie. 

trive-crowdfudning

Trivè si rivolge al pubblico della pausa pranzo e dell’aperitivo. Un format semplice e veloce, senza dover rinunciare a cibo healthy e gourmet, che permette al cliente di godersi la sensazione di coccola senza perdere troppo tempo. Il formato di fruizione è disponibile sia in loco che tramite delivery.  La mission della società è quella di creare un nuovo canale media efficace ed innovativo e che porti, non solo un vantaggio per l’utente, ma un reale valore per la comunità. 

La mission del gruppo
Replicare il format nelle principali città italiane, per proporre un’offerta unica e chiaramente riconoscibile dal cliente finale, dove potersi sentire a casa, passare del tempo con gli amici, gustare tramezzini, ma anche piatti più sofisticati, pensati da e per il territorio a cui si riferisce. 

Per espandere il business Ivan Daniele vuole percorrere la strada del franchising.

La nostra proposta è quella di coinvolgere i nostri fornitori nel piano di sviluppo grazie ad un’operazione di aumento di capitale tramite il crowdfunding.

L’intento di Trive Group S.r.l. è dunque quello di veicolare nel crowdfunding presentato sia investitori che fornitori, per rafforzare la filiera di Trivè e per generare ritorni interessanti per gli investitori che parteciperanno.

 

Perché investire in Trivè Group
Risultati eccezionali, anche di fronte a sfide "impossibili"
L’apertura di Starbucks di fronte al locale di Trivè ha rappresentato senza dubbio una vera sfida, una di quelle che inizialmente sembrano davvero “impossibili”. La pandemia, che ha travolto l’intero settore della ristorazione portando numerose attività alla chiusura, è stata una sfida probabilmente ancora più grande.

trive-crowdfudning

Nonostante ciò, la chiara strategia di Trivè, il suo posizionamento unico e la capacità di reazione del team che sta alla base, hanno permesso di superare ostacoli enormi, senza di fatto rinunciare agli ambiziosi obiettivi prefissati: puntare all’espansione del format.

Rivisitazione in chiave unica di una proposta classica 
Il cuore del format è rappresentato dal tramezzino a sorriso: la variante tipicamente piemontese del sandwich nata ad inizio Novecento proprio a Torino. Trivè rivisita questo classico regionale proprio in chiave moderna, creando un prodotto che lega contemporaneamente la tradizione ai gusti più ricercati e salutari che i clienti esigono oggigiorno. Il tramezzino a sorriso non rappresenta più il concetto del passato: non è lo spuntino che accompagna il cliente dal pranzo alla cena, ma è il pasto che lo coccola, sia nel locale che fuori, durante il pranzo stesso, ponendosi come alternativa salutare ed elegante rispetto al classico fast food.

Rendimento del format
Seguendo lo storico del punto vendita di via Amendola, il format ha un potenziale, nel momento di entrata a regime, di 450.000 euro per ogni punto.

Da analisi dei dati sul primo triennio di apertura, si raggiunge il break even entro un anno dall’apertura, mentre l’entrata a regime si prospetta, anche qui sulla base dei dati raccolti dal punto vendita di via Amendola, a partire dal secondo anno.

Tendenze analizzate e fondamenta del successo di Trivè

Il ruolo fondamentale dello street food gourmet
Street food sì, ma solo se di qualità, questo è il primo principio della rivoluzione, molto italiana, del consumo contemporaneo di cibo. Il secondo grande pilastro è dettato dal cliente tipo, ovvero il "metro eater": vita frenetica e poco tempo a disposizione. Il cosiddetto metro eater mangia tra un impegno e l’altro e ha due priorità: velocità e qualità. Questo è ciò che emerge chiaramente da un’analisi condotta da Bibite Sanpellegrino nel 2019.

trive-crowdfudning

L’80% degli esperti coinvolti nell’indagine concorda che la ragione principale del successo dello street food risiede nel fatto che oggi i consumatori prediligono la qualità rispetto alla quantità (81%) e ricercano con maggiore frequenza le ricette tradizionali anche reinterpretate in chiave moderna (72%).

 

Non solo un luogo in cui mangiare
Trivè si svincola dal concetto classico di luogo dove consumare semplicemente un pasto. Il format si pone infatti come il luogo di ritrovo per i propri clienti in cui potersi prendere una pausa dalla frenesia del quotidiano. Il concetto di coccola e di ambiente familiare sono infatti percepiti dai clienti, che appunto vivono il locale nella sua interezza durante le pause pranzo lavorative, nell’orario serale per l’aperitivo e in qualunque altro momento del giorno in cui si rende necessaria una coccola a sé stessi.

trive-crowdfudning

Risultati conseguiti: una forte identità alla base del business

Il ruolo fondamentale dello street food gourmet
Il locale, aperto nel 2017, ha ottenuto sin da subito risultati di rilievo e andando a break even già nel corso dell’anno successivo. Trivé entra a regime nel 2019, con un fatturato superiore ai 400.000 euro, e riesce a rispettare le aspettative anche nel corso del 2020, nonostante la situazione pandemica che ha colpito il settore.

La risposta di Trivé all’emergenza Covid-19
Per far fronte all’emergenza Covid-19, Trivè ha saputo riorganizzarsi in maniera agile implementando il servizio di delivery sia in maniera interna, con un servizio proprio, che esternamente con altri player di food delivery.

trive-crowdfudning

Internamente il servizio si basa sulle fidelity card, che permettono, oltre che di fidelizzare il Cliente, di raccogliere dati utili circa le abitudini del consumatore tipo del format per poter continuare a calibrare al meglio il format in questione.

La riorganizzazione del format per fornire la sensazione di coccola anche fuori dal locale ha permesso a Trivè, nel corso del 2020, di riuscire a rispettare le aspettative economiche a regime conquistate nel 2019.

Risultati economici passati

Anno 2018 2019
Valore produzione € 287k € 414k
Materie prime e semilavorati € 118k € 175k
Spese generali € 95k € 103k
Personale € 22k € 89k
MOL € 51k € 46k
MOL % 17,78% 11,12%
Reddito operativo € 37k € 32k

Risultati economi 2020 (al 31/10/2020)

Valore della produzione € 281k
Materie prime e semilavorati € 113k
Spese generali € 47k
Personale € 66k
MOL € 55k
MOL % 19,57%
Reddito operativo € 34k

Analisi patrimoniale 2019

Immobilizzazioni € 118.988
Attivo circolante € 148.875
Tot. impieghi € 267.863
Patrimonio netto € 123.489
Fondi € 0
Debiti MT/LT € 0
Debiti BT € 144.365
Tot. Fondi € 267.863
Indice di rigidità 44,42%
Indice di capitalizzazione 0,86
Indice di liquidità 1,03

Risultati conseguiti e previsioni future

Risultati conseguiti sino ad ora
I bilanci riportati e riassunti nella pagina sono imputabili alla ditta personale Trivè di Ivan Daniele, società che è stata periziata e conferita nella costituenda Trivè Group S.r.l., società oggetto della presente offerta. Nulla è cambiato nella gestione dell'attività, pertanto tutti i numeri elaborati da Trivè per il business plan previsionale partono da un'accurata analisi dei dati reali qui presentati.

Il primo locale, nato in via Amendola 12, raggiunge il break-even in soli 12 mesi e fino ad ora non ha mai chiuso un bilancio in negativo. In 18 mesi si è passati da uno staff di 6 risorse a un team di 14 persone, tutti under 30. L’anima giovane di Trivè viene tramessa ai clienti anche dalla presenza giovane di tutto lo staff.

trive-crowdfudning

 

Business plan previsionale 2021-2023
I piani di sviluppo della Trivè Group s.r.l. sono quelli di sviluppare il brand in tutta Italia prima ed in Europa poi; passando in una terza fase di maturazione al rilascio della licenza in franchising a partner strutturati economicamente ed industrialmente per supportare lo sviluppo diretto nei Paesi extraeuropei, come USA e Cina. Trivè punta a diventare azienda leader nella categoria all day every day e punto di riferimento per il settore della ristorazione standardizzato italiano, europeo e mondiale.

trive-crowdfudning

Tutto è studiato per sopportare le intemperie che si presenteranno, come la recente pandemia o eventuali crisi economiche che verranno. Trivè non è sarà solo un format fisico, ma tutti i suoi prodotti nel 2021 andranno sul web con una piattaforma dedicata con vendita in tutta Italia ed un’applicazione a supporto dello sviluppo e della logistica.

Nello specifico delle previsioni, il fondatore di Trivè si aspetta di generare ricavi nel 2021 per 760 mila euro dal locale di via Amendola e 180 mila dal locale che vedrà l'apertura nel corso dell'anno; nel 2022 rispettivamente 790 mila e 500 mila euro; nel 2023 invece 830 mila e 760 mila euro, ai quali si aggiungeranno i ricavi del terzo locale, attesi intorno ai 180 mila euro. Maggiori dettagli sono disponibili nel business plan allegato.

 

Risultati non economici attesi
L’azienda non si limiterà allo sviluppo fisico sul territorio, ma aumenterà l’appeal del brand, gli introiti e la scalabilità della stessa attraverso la creazione di una piattaforma di fornitura che coprirà tutto il territorio nazionale tramite la vendita di prodotti alimentari e bevande conservati con il metodo della pascalizzazione, che conferisce una durata media del prodotto di 20/30 giorni. La creazione di prodotti ed offerte ad hoc per la clientela online sarà la priorità della società nei primi 6 mesi del 2021.

  • Apertura secondo punto vendita a Torino ed ottimizzazione della standardizzazione dei processi produttivi, economici e logistici - entro la fine 2021

  • Decentralizzazione della produzione di prodotti finiti e semilavorati ad uso interno - entro la fine 2021

  • Apertura terzo punto vendita, idealmente su Milano - entro la fine del 2022

  • Ottimizzazione della produzione esterna per fornire ai franchisee un'esperienza unica nel suo genere, con la fornitura diretta di prodotti finiti e semilavorati in modo da poter effettuare solo operazioni di assemblaggio, tramite schede produttive standard, in loco riducendo al minimo i costi del personale e delle materie prime - entro la fine del 2022

  • Affiliazione in franchising con fornitura diretta di tutte le materie prime, prodotti finiti e semilavorati diventando gli unici fornitori del franchisee, mantenendo così un controllo forte e diretto su tutti gli affiliati nazionali - entro la fine del 2022

Struttura dell’offerta e impiego dei fondi

Quote disponibili
Sono offerte agli investitori due possibili classi di quote: quote "A" arricchite dal diritto di voto in assemblea e dal diritto di opzione e quote "B" prive del diritto di voto e rivolte a tutti quegli investitori che vogliono investire nel brand perché credono nelle potenzialità del mercato. 

trive-crowdfudning

 

Impiego dei fondi
I fondi saranno impiegati per l’espansione del format in maniera diretta. È prevista l’apertura di un secondo punto vendita, in una zona di prestigio già individuata, nella città di Torino. Il secondo punto vendita sorgerà in una zona centrale, ad alta frequentazione, sia di impiegati e liberi professionisti che si rivolgono al locale durante la loro pausa pranzo che di un target giovane per i momenti serali e dell’aperitivo. Si prevede inoltre l’apertura di un terzo punto vendita su territorio extraregionale nel momento in cui il secondo sarà entrato a regime.

 

Valutazione aziendale
La valutazione della società è fissata a 800 mila euro. Nonostante Trivè Group sia stata da poco costituita, in realtà il brand ha dimostrato il suo valore nel corso degli ultimi tre anni. Un'insieme di scelte e strategie che hanno premiato il fondatore e l'immagine del locale. Questa campagna di crowdfunding rappresenta il primo passo con il quale Trivè Group vuole sancire i risultati e avviare il processo di sviluppo del brand in Italia ed Europa. 

Fondatori e principali membri del team

Ivan Daniele

Ivan Daniele

Fondatore e gestore

Ivan Daniele, nato il 13 Maggio del 1991, ha una formazione tecnica e post diploma trova lavoro come impiegato qualità in un’azienda metalmeccanica con 80 dipendenti, abbastanza grande da essere strutturata come una multinazionale ed abbastanza piccola da avere contatti diretti con la dirigenza, dove matura l’interesse per la gestione delle risorse umane e dei costi di produzione; si inizia ai processi produttivi industriali e lavora all’ottimizzazione dei processi.

Da subito capisce cha la sua strada non sarà nell’industria, quindi decide di mettere da parte del capitale per aprire una propria impresa. Nasce così Trivè, un locale all day every day, il cui business è settato sulle tre fasce orarie di maggior affluenza per un contesto centrale: colazione, pausa pranzo e caffè, aperitivo. Una scelta che permette al business una maggiore dinamicità al trascorrere delle stagioni, mantenendo il locale a regime tutto l’anno. 

La formazione di Ivan Daniel permette di conciliare i processi tradizionali con l’ottimizzazione industriale, arrivando a standardizzare anche i movimenti più semplici dei ragazzi che lavorano al successo di Trivè.

€169.800,00

Raccolti Su €80.000,00 di Goal

Giorni 0
Ore 0
Minuti 0
€169.8K
Completato con successo
9.09% Equity offerta all'obiettivo minimo
€18.000,00 Di cui da professionali
Fai una Domanda